Mariangela Granelli

Si diploma alla Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Genova e vince nel 2007 il Premio dell’Associazione Nazionale Critici di Teatro come Miglior Attrice Emergente.

E’ nella terzina finalista ai premi UBU 2012 come “Miglior Attrice non protagonista” per il ruolo di Clitennestra, nell’ Elektra di Hofmannsthal, ed ai premi UBU 2013 come “Miglior Attrice Protagonista” per Materiali per Medea di Heiner Muller, entrambe regie di Carmelo Rifici.

Diretta da Rifici lavora anche in: “Gabbiano” di Cechov, Visita al padre di Schimmelpfenning, Materiali per Medea monologo di Heiner Muller, Chi resta di Dematté-Gabrielli-Cavosi-Rifici, Yerma di Lorca, Elektra di Hofmannsthal, Buio di Antinori, Fedra di Euripide, Notte di Maggio di Yehoshua, La Signorina Julie di Strindberg, Tre Sorelle di Cechov, La Tardi Ravveduta di Giacosa.

Negli anni lavora con diversi altri registi : Leo Muscato (ne Le Troiane di Euripide e Come vi piace di W.Shakespeare prodotto dal Teatro Stabile di Torino), Andrea Chiodi (ne La locandiera), Fabrizio Montecchi (in Miracolo a Milano di Zavattini-De Sica e Le regole del saper vivere nella società moderna di Lagarce).

E’ protagonista di Invidiatemi come io ho invidiato voi, scritto e diretto da Tindaro Granata, spettacolo vincitore del premio Fersen 2013 e del premio Mariangela Melato 2013.

E’ tra i protagonisti nel 2015 della serie teatrale 6BIANCA prodotta dal Teatro Stabile di Torino, per la regia di Serena Sinigaglia. Diretta dalla Sinigaglia ha lavorato anche ne L’Aggancio di Nadine Gordimer, spettacolo vincitore del Premio Milano per il Teatro 2009 ed in Alla mia età mi nascondo ancora per fumare di Rayhana.

Dopo aver frequentato nel 2006 il Corso di Alta Formazione tenuto da Luca Ronconi al Centro Teatrale Santa Cristina, lavora con lui in: La mente da sola,un mosaico di lettere, Fahrenheit 451 di Ray Bradbury e Ronconi: Lezioni su Ibsen.

E’ presidente dell’Associazione Culturale Proxima Res dal 2013.